Mistero inglorioso

13 Maggio 2019, poco dopo le 21.00, sta per iniziare il “confronto” tra i candidati alla carica di sindaco voluto da … Don Cristiano? Don Paolo? La parrocchia in quanto tale? L’oratorio? … non conosco la risposta. La serata è pubblica e tutti sono invitati. La serata è di interesse pubblico, si confrontano i potenziali sindaci del nostro paese e chiunque di loro sarà il primo cittadino sarà (dovrà essere) il Sindaco di tutti; parrocchiani e non, il Sindaco dei BRENNESI.

Risultati immagini per giordano bruno

Questo blog, che nelle sue varie incarnazioni racconta Brenna dal 2006, è lì, nella veste di una telecamera per documentare le parole dei candidati.
Prima un semplice cittadino sventola il suo indice promettendo un diniego alla ripresa poi arriva la cavalleria. Don Cristiano con modi da federale mi affronta a muso duro, a dieci centimetri dalla faccia mi intima di non riprendere accampando non meglio precisate motivazioni di privacy.
Faccio notare che saranno inquadrati i soli candidati (che mai hanno posto pregiudiziali) ma il confuso accolito è irremovibile, la sala è in silenzio ed il mio piccolo scontro per la libertà prosegue. Provo a discutere ed a far valere le ragioni di opportunità della ripresa ma la ragione si infrange su un muro di cocciuta, cieca e violenta arroganza.

Eppure il nostro propugnatore di carità cristiana non è sempre stato così interessato alla privacy, in questa occasione (link) era ben felice di mostrarsi in pubblico e farsi riprendere (da me).

Non sono ovviamente sorpreso, conosco il (piccolo) padre e mi avrebbe sconcertato un comportamento diverso, da prete insomma. Peccato invece per il supino allineamento di Don Paolo.

Il confronto? una mezz’oretta di domande prevedibili e sinceramente un po’ banali, nessuna che entrasse nel merito, nella sostanza di un qualsivoglia problema del nostro paese.
Gli astanti? Tolti i parenti, restavano una manciata di giovani (a detta del religioso i primi interessati) e di anziani (come me). Forse 100 persone; cento tra più di 2000 che voteranno.

Mi hanno impedito di riprendere la serata ma non di registrare l’audio. Lo invierò a chiunque lo volesse.

Non so se ci sarà il tempo tuttavia vista l’occasione persa sarebbe opportuno un VERO, sincero, trasparente, aperto e PUBBLICO confronto tra i candidati con domande poste dai cittadini, che sapranno porre l’accento sui problemi del nostro paese.

P.S. Ovviamente (ancora una volta) perdono e accolgo cristianamente il nostro pastore di pecorelle così lontano dalla pace che meriterebbe ogni uomo e lo invito nuovamente a riflettere, a rasserenarsi, a non avere paura.

P.

Posted in 42

Scrivi un commento:

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.