Bambini in fumo

Scopa, paletta, dieci minuti e un certo stupore.

Quello qui sopra è il raccolto dei dieci minuti spesi al parchetto comunale raccogliendo nelle immediate vicinanza dei giochi e delle altalene; dove giocano i bambini.

Vista l’entità della raccolta non è credibile attribuirne la produzione agli sciaguratelli imbrattatori che in altri articoli abbiamo descritto, ho il sospetto che buona parte della schifezza sia riferibile a mamme, papà, nonni, zii, insomma a chi accompagna i più piccoli al parchetto.

Ora, sorvolando sul tragico aspetto di quanto fumare (e subire il fumo passivo) faccia male alla salute, imbrattare il prato in un luogo destinato ai bambini è almeno deprecabile, eppoi, mostrandosi nel fare una cosa sbagliata per la propria ed altrui salute e dannosa per l’ambiente, che messaggio si sta dando ai più piccoli?

Lascio a voi le conclusioni.

https://i1.wp.com/milano.repubblica.it/images/2012/12/20/135222769-a344b429-6ebe-4b43-babd-b5355b4f0ef8.jpg?w=1200&ssl=1

Molti comuni hanno emanato precise ordinanze di divieto di fumo nelle aree verdi e destinate ai bambini, un esempio da seguire e un consiglio all’amministrazione.

Ordinanze divieto di fumo nei parchi gioco.

P.