Consiglio Comunale del 27 Luglio 2018: il video

Venerdì 27 Luglio 2018 si è tenuto il Consiglio Comunale con il seguente ordine del giorno:

Ecco la registrazione della seduta:

Estratto dell’intervento del capogruppo del gruppo di minoranza Nazzareno Cappelletti circa l’adozione del PGT:

Estratto della risposta del Sindaco Paolo Vismara:

Dichiarazione di voto del gruppo di minoranza per il PGT:

Dichiarazione di voto del gruppo di maggioranza per il PGT:

Incontro pubblico via Roma: il video

Giovedì 5 Luglio l’Amministrazione Comunale di Brenna ha invitato la cittadinanza alla presentazione del “progetto” di riqualificazione viabilistica della comparto centrale di Brenna con particolare attenzione alla Via Roma.

Come ho avuto modo di dire durante la serata apprezzo la volontà di provare ad intervenire su un comparto di Brenna da troppo tempo dimenticato, almeno dal 95′ e senza soluzione di continuità le amministrazioni brennesi hanno avuto nel loro programma elettorale la riqualificazione di via Roma e fin ora è rimasta lettera morta.

La presenza di cittadini è stata come al solito piuttosto scarsa anche considerando le quasi 250 abitazioni in qualche modo interessate dal “progetto”, inoltre (non me ne vogliano) gli interventi hanno dimostrato una eccessiva attenzione al proprio ombelico senza voler cogliere le opportunità per la comunità, un “vizio” tutto brennese, purtroppo.

Non entro nel merito del progetto (non sono un esperto), certo ho la mia opinione ma non ho la pretesa che sia quella giusta, ho visto un Sindaco un po’ in affanno su alcune questioni, affanno che ha dimostrato (a mio avviso) una certa improvvisazione nel pensare il progetto, improvvisazione forse imputabile al lavoro fatto dal (costoso) Politecnico. La proposta dell’amministrazione per costi e tempi rischia di rimanere solo un esercizio e, forse, è meglio così.

Quel comparto necessita (a parer mio) uno studio molto più approfondito ed un approccio più sereno e libero da condizionamenti.

di seguito il video della serata:

P.

Un’urgenza vecchia di 10 anni

Era il 16 Gennaio 2008 e sulle gloriose pagine di BrennaNews compariva a firma Giuseppe Donghi un articolo che in questi giorni di progetti viabilistici urla la sua urgenza. Sono passati più di dieci anni, ricordo ancora le parole dell’allora Assessore di competenza “… la settimana prossima provvediamo!”; la settimana è certamente passata e chissà che non venga preso in considerazione il problema così partendo dalle piccole cose forse …

 

Di seguito l’articolo del 2008:

 

strettoia_01.jpgLo so che non è un argomento nuovo, LA STRETTOIA che unisce la piazza xxv Aprile a piazza Perego Osculati.

L’altro giorno stavo parlando con delle persone nella suddetta strettoia, quando abbiamo dovuto spostarci per lasciar passare un motorino (che non andava neanche piano) seguito poi da una bicicletta.
Al passaggio del motorino successivo, che con il suo gomito mi ha anche toccato la schiena, mi sono permesso di dire OHH!. La risposta del conducente dello scooter è stata una parolaccia che non vi sto a dire e zigzagando giulivo e soddisfatto se ne è andato velocemente.

strettoia_02.jpgVi posso assicurare che questo non è un caso isolato ma la quotidianità (e sono tantissimi).
Ho rischiato più di una volta di essere travolto uscendo dalla porta di casa del mio consuocero (ora non ci abita più), poi ho imparato che dovevo stare attento.

Bisogna stare attenti a soffermarsi a parlare in una zona esclusivamente pedonale?

Lo so, vi è un cartello che indica “zona pedonale”, vi sono i blocchi di cemento con tanto di fioriera, ma tutto questo non basta, le moto e le bici ci passano lo stesso.

La lotta contro coloro che si ritengono “furbi” ed agli “indisciplinati” a volte è difficile e molto lunga.

In questo caso a me sembra facile e di immediata realizzazione: basta mettere quelle sbarre in ferro che lasciano passare solo i pedoni e non danno la possibilità alle moto di transitare.

strettoia.gif

Donghi Giuseppe

Conservare ….

L’attuale Amministrazione di Brenna è stata nelle intenzioni e nella pratica una amministrazione costruttrice, nelle intenzioni forse ancora più che nella pratica perché le “grandi opere” (viabilità di Olgelasca, via Roma) sono al momento ancora da realizzare. Il Fare però (almeno per me) non è necessariamente un aspetto positivo e forse della stessa opinione era un Graziano Ballabio d’annata (1999); chissà se il suo proposito si è (o sarà) concretizzato.

P.