I figli so piezz e core

Al recente articolo in cui davo notizia della nuova mozione presentata dal Gruppo di minoranza “Noi Brenna” circa i lavori sul lavatoio di via Vallone, Graziano Ballabio (emerito sindaco di Brenna) ha così commentato:

Non credo che una “certificazione”, riferita ad un opera di meno di 20 mila euro, cambi la sostanza di quello che, secondo me e non solo, e’ stato un buon intervento.

Come non credo che un vetro, peraltro messo a norma, cambi la sostanza del buon intervento fatto sulla scuola.

Io, da semplice cittadino, vedo questa “e_mozione” come l’ennesima esibizione di saccenza ,con richiami all’onore e quant’altro, abbastanza fuori luogo.

Poi, dal Sindaco, mi aspetto una risposta chiara e definitiva, che ponga fine a questa infinita querelle!

Graziano

Noto spesso una certa indulgenza nelle parole di Graziano, atteggiamento che umanamente comprendo perché, di fatto, l’attuale amministrazione è composta da suoi “figli” e si sa, i figli so piezz e core.

Il merito della questione però non può essere liquidato dicendo che una “dichiarazione” mancante non cambia la sostanza dell’intervento perché così facendo si sposta l’attenzione dal vero problema. Chiunque (minoranza compresa) concorderà nel definire la mancanza di quel documento una questione più burocratica che di sostanza, la vera sostanza è che questa mancanza (come nel caso vetri) dimostra una certa superficialità nella gestione degli appalti, superficialità che un giorno provoca l’istallazione di vetri non a norma, un altro la mancanza di documenti … e domani chissà?

Perciò caro Graziano ti capisco, i figli so piezz e core ma l’indulgenza reiterata non è un buon metodo educativo, forse una bella scoppola (figurata si intende) ogni tanto potrebbe servire.

P.

Commissione Bilancio e Consiglio Comunale

Tempo di bilancio a Brenna e in sequenza vengono convocate la Commissione Bilancio e ed il Consiglio Comunale.

Mercoledì 26 Aprile alle ore 20.30 presso la sala giunta del Comune è convocata la Commissione Bilancio:

Ricordo che la Commissione è pubblica.

Giovedì 27 Aprile alle 20.30 presso la Sala Civica A. Colombo è convocato il Consiglio Comunale:

50 anni fa moriva don LORENZO MILANI: le parole di PAPA FRANCESCO!

Don Lorenzo Milani un prete che, con la sua “lettera a una professoressa“, ha insegnato a tanti giovani della mia generazione cosa significa essere Cristiani autentici e essere, nel contempo, cittadini Cristiani nel campo politico e sociale.

Le parole del Santo Padre, oggi, danno la giusta dimensione all’insegnamento di don Lorenzo, spesso avversato, ai tempi, dalla gerarchia ecclesiastica per le sue posizioni ritenute “estremiste”.

Queste le parole del di Papa Francesco che mi hanno commosso.

Ritengo giusto pubblicarle qui, all’attenzione di tutti:

Graziano

e_Mozione per il lavatoio: atto secondo

ovvero e_Mozione2

Torniamo a parlare dei lavori di “ristrutturazione” eseguiti sul lavatoio di via Vallone, lavori che, a detta del Gruppo di minoranza “Noi Brenna”, sarebbero viziati da carenze documentali. Il Gruppo di minoranza presentò a tale proposito una mozione, ne demmo notizia qui. La questione fu dibattuta nel Consiglio Comunale del 16 Dicembre 2016 all’ultimo punto dell’ordine del giorno dove il Sindaco Vismara liquidò la questione (mi sia consentita la semplificazione) come inesistente.

Be’ pare proprio, almeno leggendo quanto compare sulla pagina FB del Gruppo “Noi Brenna”, che la questione non sia poi così inesistente; tant’è che è stata presentata una nuova mozione con tanto di richiesta di convocazione urgente del Consiglio Comunale.

Ho chiesto al gruppo di minoranza copia dei documenti presentati (che allego in calce), il più interessante è indubbiamente il parere chiesto all’Ordine degli ingegneri di Como, parere che, di fatto, smentisce le dichiarazioni del Sindaco Vismara nel Consiglio Comunale del 16 Dicembre 2016.

Aspettiamo il prossimo Consiglio Comunale dunque.

Documenti:

Mozione
Richiesta parere
PARERE Presidente Ordine Ing. Como

Corso di fotografia: un successo!

ABC (Associazione Brenna Cultura) miete un altro successo.

Quattordici gli iscritti al corso di fotografia proposto da ABC e tenuto (per il secondo anno) dal nostro concittadino Paolo Meroni (Sito). Il corso dopo 4 lezioni teoriche si concluderà con una uscita sul territorio per mettere in pratica gli insegnamenti di Paolo.

Grazie a tutti gli iscritti e grazie a Paolo Meroni per la disponibilità e la passione.