I sindaci … so’ pezzi ‘e core

Il 14 Luglio scorso ho partecipato all’incontro pubblico “A conti fatti” promosso dal gruppo “Insieme per Brenna”, a commento della notizia della serata Fabrizio Proserpio scriveva:

Sono due argomenti molto importanti, spero di vedere tanti Brennesi venerdì sera.

ed a lui rispondevo:

Non ci conterei molto sulla massiccia presenza, l’Italia non è un paese democratico perché in fondo gli italiani non sono democratici. Non sanno neppure cosa sia la democrazia.

P.

Tristemente la mia previsione si è concretizzata.

MammaOrsa

La serata è stata per la verità interessante, molti sarebbero stati gli spunti di discussione ma, non essendoci i brennesi, è stato il solito soliloquio.

Il solo “pepe” della serata è comparso per la verità a fine serata quando sono stato avvicinato dalla Mamma del Sindaco con l’intento di “rimproverarmi” per alcune mie dichiarazioni a suo dire irrispettose del figliolo. Mi sono intrattenuto volentieri con la “First Mamma” cercando di spiegare le mie ragioni e sopratutto le normali basi della dialettica politica così come la necessaria separazione tra rapporti personali e istituzionali, ma, si sa, i figli (pardon i sindaci) so’ pezzi ‘e core e l’amore di mamma non si può discutere e dunque ben venga l’impeto difensivo, semmai un po’ imbarazzante il silenzio del figliolo.

Superando la parte (diciamolo) un po’ comica della querelle, un paio di frasi mi sono rimaste in mente, una pronunciata dalla Pasionaria mamma l’altra (unica per la verità) dal papà e direttamente riferita alla mia persona. Eccole in ordine:

… se non c’è nessuno a lamentarsi è perché va tutto bene

… meno male che c’è n’è uno solo …

Le ultime elezioni sono state di fatto un pareggio ed allora mi chiedo: va tutto bene per i 1363 votanti, va tutto bene per 701 che hanno votato l’attuale maggioranza e va tutto bene i 662 che hanno votato la minoranza? Non conosco la risposta ma visto che la politica si fa anche al bar, qualcosa mi dice che non va così bene per tutti.

La seconda frase è per me ancora più importante perché denota quel senso di fastidio per chi dissente tipico di chi ha le idee confuse circa il concetto di Democrazia.

Dai miei concittadini mi auguro arrivi maggiore partecipazione, magari anche solo per dire che va tutto bene. Ricordo però che per giudicare il bene o il male prima bisogna conoscere e conoscere è un atto volontario così come un atto volontario è vivere la Democrazia; se ci si limita a subirla essa cambia nome e si declina rapidamente in altro.

Alla maggioranza mi permetto di suggerire la lettura di un post di Fiorenzo Consonni  che “a conti fatti” risulta lucidissimo nell’analisi dell’operato, eccolo:

Caro sig. Sindaco, ho intravisto il bilancio di previsione.
Corretto e in linea coi bilanci degli ultimi anni.
Ma….Rimango alquanto perplesso. Potete per favore studiare l irruenza,l”innovazione e la determinazione dei vostri predecessori degli anni 80?
E” mai possibile adagiarsi nello stagno? Dove sono Politica di sviluppo, piano dell’occupazione, dei servizi, piano e sostegno attività commerciali, piano investimenti, progetto di riqualificazione tessuto urbano, centro storico, pieno recupero edifici storici e cascine, aree verdi, arredo urbano, parcheggi, piano case, verifica calibri stradali, sicurezza degli incroci, marciapiedi, piste ciclabili, riassetto frazioni, riqualificazione piazze, sostegno imprese, nuova concezione del riciclo rifiuti, piano energetico, piano viabilità.
Risposta: non ci sono i soldi.
Ma i progetti, le proposte ci sono?
O navighiamo a vista senza sapere dove andare, in attesa che torni il vento? Abbiate il coraggio voi sindaci di unirvi e di opporvi a questo dissanguamento del nord. Se le amministrazioni virtuose accettano passivamente di sostenere quelle scellerate per anni o decenni, significa essere forti e perdenti. Essere ricattati dalla parte peggiore della Società. Una beffa.

P.

Avviso: Bollette dell’acqua (pragma) errate.

Sul sito del comune di Brenna è apparso questo comunicato che rilanciamo:

Si informa la cittadinanza che le fatture acqua 1° quadrimestre 2015, relativamente ed esclusivamente per le utenze domestiche, sono errate e verranno riemesse da PRAGMA entro il 20 luglio prossimo.
Pertanto le bollette ricevute per utenza domestica sono nulle e NON devono essere pagate.
Tutte le altre bollette per utenze diverse da domestica sono corrette e dovranno essere regolarmente pagate entro la scadenza indicata.
PRAGMA si scusa per il disguido occorso e si rende disponibile a qualsiasi ulteriore chiarimento.

In effetti il prezzo al metro cubo sulla bolletta scorsa era 0,157408 euro, su questa bolletta 1,171271. Vi invitiamo quindi a informare parenti e conoscenti, di non pagare la bolletta dell’acqua, riguardante i consumi domestici.

acqua-potabile

F.

Raccolta vetro e lattine porta a porta

Parte domani, giovedì 2 luglio, la raccolta con cadenza quindicinale di vetro e lattine porta a porta. Saranno rimosse le campane presenti sul territorio, che creavano qualche disagio a chi abitava vicino, e si useranno gli appositi contenitori forniti dall’Amministrazione Comunale. Avendo sentito qualcuno temere che il contenitore non fosse sufficientemente capiente, ho rivolto la questione all’Amministrazione Comunale via twitter. Ecco la risposta:

E’ facoltà esporre più contenitori o contenitori più grandi purché predisposti per l’aggancio meccanico dei camion..L’amministrazione ha ritenuto adeguato fornire gratuitamente contenitori che sono sufficienti per l’uso di famiglie “medie”….Contenitori supplementari o diversi sono pertanto a carico del singolo cittadino o gruppo di cittadini (es: condomini)…Per ulteriori informazioni è possibile rivolgersi all’ufficio tributi.

Con l’auspicio che questo nuovo servizio funzioni bene come la raccolta rifiuti ingombranti, che va perfettamente, mi accingo ad esporre in strada il mio contenitore.

11714502_1612038509038519_2046782629_n

F.