(s)comunicato stampa

A mio avviso il “peccato” più grave è la menzogna e per i peccati gravi c’è la scomunica, ecco perché se fai il comunicato (e dici le bugie) meriti di essere scomunicato.

pinocchioSulla pagina FB del gruppo di maggioranza Insieme per Brenna oggi è comparso questo:

COMUNICATO STAMPA.

Martedì sera, in consiglio comunale, si è tenuto l’ennesimo confronto sulla conformità dei nuovi serramenti installati in 2 aule della scuola primaria. In effetti negli ultimi mesi era emerso che i nuovi serramenti, non erano conformi alle specifiche previste per installazioni presso le scuole, per cui la stessa amministrazione, appena avuta cognizione dell’errore, aveva tempestivamente attivato il fornitore per la regolarizzazione dell’opera: i lavori di riordino, conclusi il 25 febbraio, hanno fatto, di fatto, cadere la mozione presentata dal gruppo di minoranza che si è dunque trovato costretto a ritirarla durante il consiglio comunale.

Ciò che, però, ha inasprito la discussione è stato l’ulteriore accanimento della minoranza su questo errore (che, peraltro, non ha determinato alcun danno alla comunità): a distanza di oltre sei mesi, dopo aver attaccato prima il fornitore dei serramenti ventilando dubbi sull’effettiva capacità a fornire serramenti certificati, poi l’ufficio tecnico definendo il suo operato “imbarazzante”, la minoranza è infine arrivata a censurare l’operato dell’assessore ai lavori pubblici con l’esplicita intenzione di trasformare un errore tecnico, ammesso dallo stesso fornitore e dall’amministrazione, in un errore “politico” di responsabilità degli amministratori.

Benché lo stesso sindaco durante il consiglio abbia riconosciuto l’errore tecnico e lo abbia ricondotto ad una pluralità di cause sicuramente da approfondire e prevenire, l’assessore Spinelli ha voluto chiaramente sollevare l’amministrazione, il sindaco e tutto il gruppo di Insieme per Brenna da ulteriori strumentalizzazioni dell’accaduto e ha voluto staccarsi dall’ambiguità ed incongruenza della stessa minoranza, che in due interventi successivi durante il consiglio, a distanza di pochi minuti, prima auspicava richiami formali al personale incorso nell’errore, poi ne scusava l’operato. Nel suo intervento Spinelli, dopo aver rimarcato la fiducia negli uffici, ha manifestato pubblicamente l’intenzione a rimettere le proprie deleghe al sindaco.

Ovviamente il sindaco, e con lui tutto il gruppo di Insieme per Brenna, ritiene tale atto irricevibile per cui ha già confermato a Spinelli la piena fiducia e gli ha chiesto di proseguire il suo mandato che tutti i brennesi, persino i non elettori del nostro gruppo, riconoscono essere attuato con un impegno ed una dedizione che va ben oltre il normale rapporto cittadino-amministratore. Ciò che ha maggiormente amareggiato Spinelli e tutto il gruppo sono state le accuse di “gestione allegra” della faccenda dei serramenti: è quantomeno offensivo anche solo ipotizzare che l’assessore abbia consentito, approvato o addirittura favorito un approccio superficiale che abbia messo volutamente in secondo piano l’interesse della comunità e dell’amministrazione. Le dimissioni offerte da Spinelli sono, infatti, proprio da leggere come la volontà di non ostacolare il programma di lavoro dell’amministrazione Vismara: non solo Spinelli, ma tutto il gruppo, è concentrato a dare il massimo proprio per questo obiettivo, per cercare di perseguire il patto elettorale con i cittadini e portare a compimento ciò che abbiamo promesso prima delle elezioni. Nessuna ombra ci deve essere sul cammino amministrativo dei prossimi quattro anni che continueremo a percorrere con chiarezza, condivisione, passione, onestà e determinazione.

“INSIEME PER BRENNA”

In rosso la bugia. I documenti pubblicamente accessibile sul sito istituzionale del Comune sono lì a dimostrarlo ed in questo (patetico) caso le date sono importanti:

  • 10/09/2014 Determina che affida i lavori alla ditta
  • 30/10/2014 Mozione della minoranza che avvisa (ben prima dell’istallazione) che qualcosa non va.
  • 05/12/2014 Determina che approva lo Stato finale e certifica la regolare esecuzione dei lavori

Tralascio le successive mozioni e risposte, il nocciolo della questione è tutto nelle date qui sopra, si delibera un lavoro, la minoranza avvisa di potenziali errori, l’Amministrazione ignora l’avviso.

Bastava “concedere il punto”, sarebbe stata buona amministrazione, tutto il resto, mi sia concesso, (incluso il contorno alla bugia nel comunicato) è aria fritta, comprese le sbandierate quanto inutili, imprudenti ed inopportune dimissioni ovviamente respinte.

Da elettore di questa maggioranza sono profondamente deluso e preoccupato, se si è disposti a mentire per salvare la faccia ho il timore si sia disposti a mentire sempre.

P.

Ma non sarà che alla fine …

pagherà pantalone?

vetro_denaroLa questione delle sbandierate dimissioni dell’assessore Spinelli è a mio avviso tutta politica e sinceramente anche un po’ stucchevole oltre che triste, il polverone da essa generato non deve però distrarre dal merito della questione.

Fabrizio Proserpio ha sinteticamente (ma esaustivamente) riassunto gli eventi nell’articolo di ieri da cui salta (a mio avviso) all’occhio un aspetto importante: la sostituzione dei vetri.

Se i vetri sono stati sostituiti è evidente che errore c’è stato.

Si aprono ora alcuni possibili scenari:

  • L’errore è imputabile alla ditta appaltata
  • L’errore è imputabile all’ufficio tecnico
  • L’errore è imputabile al fornitore dei vetri

Non sono ovviamente in grado di stabilire di chi sia l’errore, in attesa di chiarimenti continuo a dubitare che … alla fine pagherà Pantalone.

P.

“Galeotto” fu il vetro

pippo_4

Durante il Consiglio Comunale di ieri, 24 marzo, l’Assessore Daniele Spinelli ha annunciato la volontà di dimettersi e rimettere il proprio mandato di Assessore nelle mani del Sindaco Paolo Vismara. Come mai l’Assessore è giunto a questa conclusione? Nell’ambito degli interventi presso la Scuola Primaria (elementare) si è provveduto alla sostituzione dei serramenti, le normative in materia prevedono in modo specifico il tipo di vetri da utilizzare in questi casi, ed i vetri utilizzati non rispettavano tutte le norme. Il gruppo Noi Brenna ha presentato una prima mozione per denunciare il fatto in data 23.10.2014, a questa mozione, Insieme per Brenna aveva risposto che i vetri montati rispondevano alle normative (supportati in questa risposta dall’ufficio tecnico del comune), una seconda mozione è stata presentata da Noi Brenna in data 12.02.2015, nelle settimane seguenti la vetrata incriminata è stata sostituita, in quanto l’ufficio tecnico comunale si è accorto dell’errore. L’epilogo ieri sera, quando l’Assessore Spinelli, si prende la responsabilità dell’accaduto, responsabilità politica visto che l’errore è stato dell’ufficio tecnico comunale, e dichiara di volersi dimettere.

F.

La Giunta apprezza e …

… da “buoni” consigli.

Jpeg

Dai giornali apprendiamo che la Giunta Comunale al completo apprezza l’iniziativa dei cittadini di cui abbiamo parlato, ma non si limita a questo, fattivamente contribuisce con … buoni consigli, compare infatti un nuovo link sulla fumettosa homepage del sito istituzionale del Comune di Brenna

Schermata-Comune di Brennache rimanda al sito dell’Arma dei Carabinieri per la “prevenzione furti”; ehmm, lascio a voi la lettura.

Un consiglio alla Giunta tutta: iscrivetevi al gruppo Whatsapp.

 

P.

Cittadinanza attiva

I reati sono ovviamente tutti odiosi ma una categoria, a mio avviso, spicca: i cosiddetti reati predatori.
Sono pressoché certo (ahimè) che quasi tutti i mie concittadini abbiamo in qualche misura dovuto subire uno di questi reati, reati che (almeno in apparenza) sembrano avere una impennata.

Guppi_attenzione

I malfattori sembrano godere di una sorta di impunità al punto di (i racconti di nostri concittadini parlano chiaro) mostrare arroganza nei loro atti. Le forze dell’ordine fanno quello che possono ed ovviamente non si può pensare ad un presidio del territorio costante, le Amministrazioni cercano rimedi ma si scontrano quasi sempre contro i soliti problemi di bilancio.

E allora che fare?

Diventare Cittadini Responsabili sembra essere la risposta. Spontaneamente stanno nascendo gruppi di persone che sfruttando la tecnologia cercano di porre un freno alla dilagante delinquenza, ci si contatta, si guarda non solo il proprio “orticello” ma anche quello del vicino e ci si avvisa, si sta allerta insomma e così facendo di ricostruisce quel senso di appartenenza al territorio che nella fretta dei nostri tempi si stava perdendo.

È attivo un gruppo WhatsApp per Olgelasca ed uno per Brenna con già un cospicuo numero di partecipanti.

P.

AgoràBrenna forum

confronto

Se tu hai una mela, e io ho una mela, e ce le scambiamo, allora tu ed io abbiamo sempre una mela ciascuno. Ma se tu hai un’idea, ed io ho un’idea, e ce le scambiamo, allora abbiamo entrambi due idee.
George Bernard Shaw

Brenna, il Nostro paese ha disperatamente bisogno di idee, per dare una risposta a questa necessità è nato AgoràBrenna Forum (Agorà nell’accezione greca e Forum nell’accezione latina), un gruppo di persone che tengono alla nostra comunità, al nostro territorio e che confrontandosi vogliono far nascere idee ed immagini di futuro, progetti ed anche utopie

AgoràLogo

Associazione Brenna Cultura si è fatta promotrice di questo “movimento” che con periodicità settimanale e con “attori” variabili si incontra per confrontarsi e produrre risultati. Tutto nello spirito del motto di questo sito: una piazza virtualmente CONCRETA.

P.