Van Gogh te lo spiega Donghi

Venerdì 13 Febbraio u.s. si è tenuta, con ottimo successo di pubblico, la serata sull’arte di Van Gogh.
L’evento è parte del progetto apertaMENTE organizzato da ABC ed il gruppo “Noi Brenna“.

re_ctfutfk
Circa quaranta entusiasti appassionati di arte hanno potuto assistere ad una piacevole ed esaustiva “lezione” sull’arte e la vita del grande pittore.
Il Maestro Giuseppe Donghi (presidente di ABC) ha per quasi due ore accompagnato gli astanti lungo la vita del genio olandese con un approccio intrigante: “leggendo” nelle opere (anche le meno note) il travaglio dell’artista e mostrando come tale travaglio ha fatto grande la sua produzione.

La serata era intesa quale viatico ad una buona fruizione della mostra attualmente allestita a Palazzo Reale di Milano.

Un’esperienza entusiasmante sia per gli appassionati che per i semplici curiosi.

Il progetto apertaMENTE, visto il successo degli eventi proposti sarà certamente riproposto.

Circo di Brenna – Carnival party

circo_brennaSignore e signori attenzione ! Il Circo arriva a Brenna !
Sabato 21 febbraio la palestra comunale sarà adibita a grande tendone da circo e piena di bestie umane feroci, pagliacci di ghiaccio, donne (e) cannoni, giocolieri dell’alcol e tanto altro !

Si esibiranno per voi sul palco del circo:
h. 22.00 local rappers:
J-Negha + Inchiostro Sporco Crew

h.22.30 live LIQUID FRANTIC MANAGEMENT
h.23.00 live The Wavers “Hot Rocks! Tour 2015”
h.00.00 Io Ballo Con Munda DJ set
+ DJ Marello from Mirabello

\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\

Un evento promosso da
Titanius Eventi
La Frequenza Booking\Eventi
Mondovisione Media & Service
Comune Città di Brenna

Ingresso 5€
per le signore ingresso gratuito fino alle 23.00
apertura cancelli ore 21.00

Evento Facebook

Why fai?

Ovvero: perché lo fai?

[avvertenza: in questo articolo farò (per necessità) un uso (abuso) spropositato delle virgolette]

whyfaiDurante “l’entusiasmante” serata “Togethere (sorvoliamo sul titolo) l’Amministrazione Comunale, tra i molti annunci, ha parlato di wi-fi.
Il consigliere eletto Corrado Cattaneo descrivendo il “progetto” relativo alla connessione gratuita (meglio a spese del Comune) in vari luoghi del nostro paese, ha elencato anche la piazza XXV Aprile aggiungendo che tale scelta era dettata dalla volontà di favorire le attività commerciali.

Devo ammettere che a tale annuncio sono saltato sulla sedia.

Favorire le attività commerciali? ho capito bene?

Il Comune ritiene che pagare un servizio privato ad un soggetto privato sia configurabile come un aiuto lecito e pubblicamente pagato?

Non credo siano necessarie risposte a tale domanda, basta il buon senso. Vorrei però analizzare meglio il merito della questione: il wi-fi “pubblico”, partendo dal concetto di modernità.

Il wi-fi è sinonimo di modernità? dimostra la “gioventù” di chi lo propone?

La mia (personalissima) risposta è NO!

Escludendo per ovvie ragioni la liceità (o addirittura la necessità) di offrire tale servizio in luoghi veramente pubblici come biblioteca e Centro Civico (oppssss!!! qui non è previsto!!) facciamoci una semplice domanda: chi tra quelli che comprendono cosa sia il wi-fi non possiede uno smartphone? e ancora: chi tra i possessori di smartphone non ha un contratto che prevede traffico internet?

Lascio a voi le risposte, anzi aggiungo io una laconica conclusione: chi partorisce tali genialate sarà anagraficamente giovane ma intellettualmente vecchio, anzi antico.

P.

P.S. La genialata di cui sopra vale buona parte della somma deliberata (n. 259 del 18/12/2014) per il “cablaggio edifici Comunali” che ammonta a € 8.259,40 I.V.A. compresa.